Home
Podcast
Audio Podcast
Video DiggaZ XD 1×03 “Effetti speciali avanzati con Mocha e After Effects”

Video DiggaZ XD 1×03 “Effetti speciali avanzati con Mocha e After Effects”

by on 24 agosto 2012 in Audio Podcast 2 Comments

In questa ultima puntata della prima stagione di Video DiggaZ Alex Raccuglia continua la sua analisi dello spot TV realizzato per l’Agenzia del Turismo della provincia di Varese con gli effetti speciali di un nuovo shot, utile per una nuova versione dello sky replacement già visto nello scorso episodio e, soprattutto, per imparare l’uso di Mocha di Imagineer System per il patching del terreno.

Dicevamo: una nuova versione dello sky replacement e il ground patching. Ma di quali effetti speciali si tratta?

Sky replacement è l’insieme di procedure in fase di compositing atte a rimpiazzare il cielo in un’inquadratura, un’operazione che, per i blockbuster hollywoodiani, si effettua praticamente in ogni shot in cui il cielo appare. Si tratta di effetti speciali relativamente “semplici” e le cui basi abbiamo visto la volta scorsa.
Questa volta ci portiamo più avanti perché introdurremo nel nostro cielo modificato anche la distorsione introdotta dall’obiettivo grandangolare, mediante l’uso di un filtro di distorsione lente in After Effects, ovviamente applicato dopo il tracking, dato che la camera si sposta nel corso dello shot.

Il ground patching invece è l’insieme di operazioni di effetti speciali di compositing che consentono di “sistemare” il terreno. Nel nostro caso si tratta di rendere meno rovinato il prato di un campo da golf, ma il principio sarebbe lo stesso se volessimo uniformare l’asfalto di una strada, o comunque qualcosa che si trova sul piano orizzontale.
Il fatto che ci sia un movimento di camera, nel nostro caso un panning con un grandangolo spinto, fa si che si debbano usare alcuni accorgimenti. Noi useremo Mocha AE, incluso gratuitamente con After Effects, per il tracking planare, Photoshop per la “rizollatura” del prato e infine After Effects per il compositing.

Seguono infine le solite correzioni di colore e un sacco di note, sempre di colore, dovute alla sboccataggine del nostro Raccuglia.
State tonnati fino alla fine dei titoli di coda: ci sono dei blooper niente male.

Propedeuticamente, se volete farvi una cultura sul tracking vi consigliamo questi tre link, relativi alle tre puntate precedenti di Xtra DarK, relativi a tre tecniche di effetti speciali che si usano per lo screen replacement:

Screen Replacement con After Effects (corner pin)

Screen replacement con Mocha

Screen Replacement con camera tracking 3D

Condividi!Share on Facebook4Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Digg thisShare on Tumblr0Share on StumbleUpon0Share on Reddit0Pin on Pinterest0Email this to someone
2 Comments
  1. Eros 24 agosto 2012 at 11:01

    Davvero complimenti, interessante, ben spiegato e molto simpatico lo “stile conduttivo”! Grazie e spero di rivedervi a settembre!
    Eros

    • Alex Raccuglia 24 agosto 2012 at 11:25

      Grazie Eros. 🙂