Home
IPN Life
Audiodescrivere immagini: le audio foto

Audiodescrivere immagini: le audio foto

L’audiodescrizione è una tecnica che consiste nell’esplicitare gli elementi visivi (aspetto fisico, ambientazioni, setting, colori, gesti, etc.) che normalmente rimarrebbero preclusi ad un pubblico di persone cieche. Tradizionalmente, per quanto ancora poco conosciuta e usata in Italia, l’audiodescrizione è usata negli altri Paesi Europei (UK e Spagna in primis) e oltreoceano (negli Stati Uniti è ormai ‘prassi’ da decenni) come tecnica applicata al cinema, al teatro e alle altre arti visive e figurative (ad esempio, musei e gallerie).

In Italia, come presto spiegheremo in un’apposita rubrica di approfondimento sul tema, l’audiodescrizione è usata limitatamente alla televisione (per quanto in percentuale ancora insufficiente e inadeguata alle esigenze e ai diritti del pubblico di persone cieche) e a pochi esperimenti teatrali (vedi, per esempio, l’audiodescrizione artistica di ‘Laura per Tutti’), di cui ci siamo occupati qualche settimana fa.

Tuttavia, l’interesse nei confronti dell’audiodescrizione e delle tecniche diaccessibilità sensoriale più in generale, sta notevolmente crescendo negli ultimi mesi, grazie agli sforzi di alcune associazioni che attraverso specifiche campagne di informazione e ad eventi teatrali/cinematografici, stanno portando all’attenzione del più ampio pubblico l’audiodescrizione e la sottotitolazione come modalità di fruizione ‘accessibile’ a tutti e non solo alle persone con disabilità sensoriale.

Tra queste iniziative, spicca senza dubbio ‘Freerumble‘, social media audio basato interamente su file audio da condividere su una piattaforma dedicata accessibile. Anche il nostro progetto AUDIOLIBeRI è nato proprio dal canale di CulturAbile su Freerumble; inoltre, proprio recentemente abbiamo pubblicato la notizia della partnership tra Freerumble e l’ADV Associazione Disabili Visivi, che interessa da vicino il lavoro della nostra associazione; non da ultimo, il progetto ‘Vulcani in Podcast‘ di Freerumble e Italian Podcast Network è reso accessibile tramite trascrizione degli audio proprio da CulturAbile.

Ma l’ultima ‘trovata’ sperimentale di Sonia Topazio, ideatrice di Freerumble, è notizia di oggi. Grazie all’amicizia con il jazzista Lino Patruno, da oggi testimonial di Freerumble, sono nate le audiofoto, descrizioni vocali di immagini fotografiche.

Abbiamo chiesto a Sonia di spiegarci come sono nate:

“Il jazzista Lino Patruno ha con entusiasmo accettato la mia proposta di raccontare le fotografie anche in formato audio.
E’ un modo divertente per dare vita alle cosidette “Fotografie vocali”.
Il sito di Patruno, come quello di molti artisti, è pieno di immagini e sarebbe molto carino se il suo esempio venisse seguito da altri vip del mondo della musica e dello spettacolo. La voce nelle immagini diventa uno strumento in più per dare vita e armonia a un sito solo visivo.
Anche l’artista Robert Pan ha iniziato a inserire i link audio sotto alle sue opere d’arte http://www.robertpan.com/work/
index.html
Per un’artista figurativo raccontare un’opera d’arte diventa quasi una provocazione e l’arte è spesso provocazione.”

Le audiofoto di Lino Patruno sono descritte proprio dalla voce del jazzista che guida il pubblico alla conoscenza delle immagini che lo ritraggono, aggiungendo valore all’immagine stessa, che diventa ritratto, descrizione, narrazione di sé. Anche in questo caso, proprio come per le audiodescrizioni più ‘canoniche’ e ‘tradizionali’, non si tratta di uno strumento utile soltanto alle persone cieche e ipovedenti, ma di un ausilio importantissimo per tutti. 

Non vi resta quindi che ‘spulciare’ nell’album di foto di Lino Patruno e ascoltare la sua voce, come forse mai – prima di oggi – avreste immaginato.

Trovate le audio foto cliccando qui.

Buon ascolto !

Condividi!Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Digg thisShare on Tumblr0Share on StumbleUpon0Share on Reddit0Pin on Pinterest0Email this to someone

I commenti sono chiusi.